giovedì 28 luglio 2011

Cioccomarquise - Buon mezzo compleanno “amorosa”

Il 22 luglio la mia “amorosa” ha compiuto sei mesi e per l’occasione girovagando per il web cercavo qualcosa che in qualche modo le somigliasse. Volevo qualcosa di “dolce/forte” e quando qui ho visto questa cioccomarquise il cioccolato fondente mi ha fatto venire in mente la “decisione” del suo caratterino e la profondità dei suoi occhi scuri; il cioccolato bianco invece, il suo candore e la sua infinita dolcezza. Allora ho pensato che poteva andare bene……
Ingredienti

Per la mousse al cioccolato fondente:
cucchiai di mandorle tritate
300 g di cioccolato fondente 70%
200 g di zucchero
130 g di burro
5 uova

Per la mousse al cioccolato bianco:
200 g di cioccolato bianco
12-15 g di gelatina in fogli
250 ml di panna fresca
3 tuorli
80 g di zucchero a velo

Per la guarnizione:
scaglie di cioccolato bianco e fondente

Per la mousse di fondente fate fondere a bagnomaria il cioccolato spezzattato con 120 g di burro e lo zucchero e amalgamate con una spatola. Su un altro bagnomaria montate le uova con le fruste finché diventano spumose e unite un cucchiaio di mandorle tritate. Fuori dal fuoco incorporate la crema di cioccolato. Imburrate un cerchio di metallo di 22 cm con il burro rimasto, cospargetelo con le mandorle rimaste e posatelo su una placca coperta con la carta da forno.
Riempite con la mousse scura e cuocete in forno a 180° per 30 minuti. Fate raffreddare, sfilate il cerchio e posate la torta rovesciata su un tagliere protetto con la carta da forno. Adattate un anello di acciaio alto a dimensione variabile al dolce e trasferite in frigorifero.

Per la mousse bianca fondete a bagnomaria il cioccolato spezzettato. Intanto ammorbidite la gelatina in acqua, strizzatela, scioglietela con 2 cucchiai di panna e lasciatela intiepidire. Montate i tuorli con lo zucchero a velo, incorporate la gelatina e il cioccolato fuso. Unite la panna rimasta montata e versate nell'anello sulla mousse cotta.
Tenete la marquise in frigo per almeno 6 ore. Aprite l'anello, fatela scivolare sul piatto di portata e cospargetela con le scaglie di cioccolato bianco e fondente. Servite!

p.s.: come spesso accade nel mio blog, la decorazione del dolce lascia un po’ a desiderare, ma quando si tratta di “eventi importanti” tra le mille cose da gestire puntualmente a 5 minuti dall’arrivo degli ospiti mi accorgo che non ho decorato la torta.
Però posso assicurarvi che se l’occhio non ha avuto la sua parte beh!.......la gola……..sssi!!!

p.p.s.: non riesco a commentare su molti blog come se google non risconoscesse il mio account addirittura non mi fa rispondere ai vostri commenti nel mio stesso blog! È successo anche a qualcun'altra/o? Si accettanto consigli e suggerimenti!!!

giovedì 14 luglio 2011

tanti confetti decorati............


Fa quasi freddo, ma è perché mi sono svegliata presto, il profumo del caffè ed uno sguardo ai tetti di Firenze, Firenze! Tra qualche giorno sarà soltanto un ricordo, poi ci sarà un’altra casa. In provincia di Pisa stavolta. Sembra ieri ed invece è trascorso già un anno. Sono arrivata qui con il pancione per rifugiarmi tra le braccia della mia mamma, ne avevo bisogno, troppa la paura durante le corse al pronto soccorso e grande il terrore di non veder mai fiorire il fiore che era sbocciato in me…..ed invece Barbara oggi ha 5 mesi, li ha compiuti qualche giorno fa. Ha i miei occhi, ma solo quelli fortunatamente per il resto come mi sento ripetere continuamente: "è tutta il su’ babbo!" E nel giorno del compleanno del suo papà è stata battezzata anche se era di lunedì, una cerimonia semplice madrina zia Palmira, una merenda-cena sul Monte Morello, la torta in comune con il papà e tanti confetti decorati…..

Per l’occasione ho chiesto aiuto alla
migliore purtroppo l’ho fatto in ritardo (causa computer fuori uso da prima di natale) e quindi mucchina non ha potuto aiutarmi. Quindi se vi servono confetti decorati rivolgetevi a lei con largo anticipo e se proprio non può seguite almeno la sua ricetta di Pasta di zucchero. La mia (dalle origini sconosciute) tendeva a seccarsi troppo ed ogni tanto dovevo aggiungere un pezzetto di burro. La sua, invece, già lo prevede quindi se non volete sbagliare affidatevi a lei. Per il resto, ricetta della pdz a parte, i miei confetti non sono neanche lontani parenti dei suoi visti qui, ma ho fatto quel che ho potuto!!! ; ) ma conto di specializzarmi ad uno dei suoi corsi. Perciò aiutatemi a fargliene organizzare uno a Pisa ;-)