giovedì 21 giugno 2012

scones al parmigiano



Questi sono gli scones che ho preparato l’ultima volta che io e la mia dolce metà siamo andati a fare jogging. Detta così posso sembrare anche sportiva. In realtà lui correva (anche senza che io lo inseguissi!) ed io passeggiavo con il passeggino con dentro Barbara dormiente. L’aria fresca, gli alberi, la natura volete che non mi venisse un po’ di fame? Ma previdente avevo provveduto. E mentre lui correva io sgranocchiavo. Lui quest’estate andrà al mare, io resterò a casa perché non ho il coraggio di mettermi in costume! Al massimo sulla spiaggia posso fare un pic nic sempre con questi scones……..e sto sempre a mangiare!!! A proposito di pic nic questi scones da soli (deliziosi!) o farciti (salumi, mousse, formaggi morbidi e non) ben si prestano a partecipare al contest del blog “peccati digola” "picniKiamo!" e quindi partecipano!

Ingredienti:
250 g di farina
60 g di burro
Mezza bustina di lievito istantaneo per preparazioni salate
65 g di parmigiano
Un pizzico di pepe
Un pizzico di sale

Mescolate in una ciotola la farina con il parmigiano, il sale, il pepe ed il lievito. Unite il burro morbido e tagliato a tocchetti ed impastate con le mani sino ad ottenere un impasto morbido ed omogeneo che si lascia lavorare, eventualmente aggiungete un po’ di latte. Stendetelo con il mattarello ottenendo uno spessore di circa due centimetri. Con un bicchiere o con una formina rotonda da circa 6 cm di diametro ritagliate dalla pasta quanti più discetti potete. Reimpastando poi i ritagli ricavate altri dischetti sino ad esaurimento della pasta.
Foderate di carta forno una teglia e disponetevi man mano gli scones. Spennellateli in superficie con un po’ latte ed infornateli in forno caldo a 180° per circa 15 minuti. Devono risultare dorati. Sfornateli lasciateli intiepidire e servite.

martedì 5 giugno 2012

Crostatine al pomodoro



Ultimamente ho accettato collaborazioni e premi. ho cucinato, fotografato ed inevitabilmente mangiato. Ma il tempo di sedermi, scrivere e pubblicare quello proprio mi fuggiva di mano. Prima mio nipote ha minacciato di nascere in anticipo e quindi fai la valigia e corri a firenze, poi però ha deciso non nascere più ed aspettare i tempi previsti ma ormai non ti fidi più e resti quindi a firenze perché all’evento vuoi assistere e così passano altre due settimane. Poi alla fine lui nasce e tu torni finalmente nella tua casa chiusa da due settimane con una valigia di panni sporchi di due settimane. Resti a casa soltanto una settimana e poi c’è il compleanno della nipotina (7 maggio) vicino alla festa della mamma (13 maggio), vicino al compleanno della mia mamma (16 maggio). Altra valigia (questa volta con annessi stampi ed altri accessori) altra settimana (giorno più giorno meno) a firenze, altro ritorno a casa con gli annessi ed i connessi. In questo preciso momento accada quel che accada sono qui io ed il mio amato blog.
Dunque, dicevamo. Collaborazioni. Questa è con “Pomì” l’inconfondibile passata. Meravigliosamente vellutata ti viene voglia di spalmarla sul pane, filo d’olio, fogliolina di basilico e basta.
Ed è così che sono nate le crostatine al pomodoro per il contest:


e se vi piace votatemi qui:  "ricette leggere con gusto"

Per 6 crostatine
150 g di farina
75 g di parmigiano grattugiato
100 g di burro
1 uovo
Sale
Pepe
150 g di passata “Pomì L+”
Riunite in una ciotola la farina, il parmigiano, il burro freddo a tocchetti il sale ed il pepe. Fate una buca al centro e rompeteci l’uovo. Iniziate a lavorare dapprima con una forchetta poi quando l’uovo inizia ad amalgamarsi con gli altri ingredienti  impastate con le mani e lavorate il tutto sino ad ottenere un impasto “briocioloso” continuate a lavorare il composto, magari su un piano di lavoro leggermente infarinato, sino a che non risulta liscio e compatto. Dategli la forma di una palla copritelo con la pellicola e lasciatelo riposare in frigo almeno mezz’ora.
Nel frattempo versate in una ciotola la passata vellutata “pomì” conditela con tre cucchiai di olio e regolate di sale e tenetela da parte.
Prendete quindi la pasta dal frigo e stendetela con il matterello sino ad ottenere uno spessore di circa mezzo centimetro. Ritagliate con un una forma tonda di 10 cm di diametro tanti dischi di pasta (ne verranno circa 6) e con questi rivestite gli stampini (io ho usato una teglia multipla come quelle dei muffins). Bucherellate il fondo del guscio di pasta con i rebbi di una forchetta, riempitelo quindi con due o tre cucchiai di passata “pomì”, precedentemente condita, e decorate infine con piccole striscioline di pasta.
Trasferite la teglia o gli stampi singoli in forno caldo a  180° e cuoceteli in per circa 15/20 minuti o sino a quando non saranno dorati. Sfornate e lasciate intiepidire, ma non molto, guarnite con basilico fresco e servite.