sabato 22 giugno 2013

Torta al mascarpone e cioccolato




Qualche mese fa, o poco più, un molare “capriccioso” mi ha costretta a ricorrere alle cure dell’odontoiatra che, per praticità, da questo momento chiameremo col suo nome di battesimo: Marinella. Considerato che per la maggior parte del tempo la mia bocca era occupata da mani ed aggeggi vari, non so come e quando, ma siamo riuscite a parlare e anche di cucina e di ricette varie, quindi, del blog. Ma anche lei ricorrendo semplicemente a carta e penna mi ha dato una ricetta. La ricetta di una torta, che torta non è! Non è una mousse, non è un cheese cake ma neanche un budino però è un po’ tutti messi insieme…….il modo migliore per farvelo capire è darvi la possibilità di assaggiarla dandovi la ricetta. Beh! Mi ringrazierete!

Torta al mascarpone e cioccolato
400 g di cioccolato fondente ad alta percentuale di cacao
100 g di burro
5 uova
120 g di zucchero
500 g di mascarpone
3 tazzine di caffè amaro
35 g di maizena
Cacao amaro
Separare i tuorli dagli albumi, montare le chiare a neve e tenerle da parte. Fondere a bagnomaria il cioccolato con il burro.
Montare i tuorli con lo zucchero, unire quindi il cioccolato, il mascarpone, il caffè freddo e la maizena; infine, delicatamente, gli albumi montati a neve.
Infornare in forno caldo 100/120° per un’ora.
Trascorso il tempo di cottura spegnere il forno senza togliere la torta e lasciarla raffreddare infornata a forno spento tutta la notte.
Infine spolverizzare con il cacao amaro e riporre in frigo sino al momento di servirla.

martedì 18 giugno 2013

Spaghetti alla bucaniere





Adoro gli amici che ti citofonano senza preavviso a qualsiasi ora del giorno e della notte e ti chiedono a bruciapelo: “che stai facendo?” a casa mia da sempre è il preludio di una “mangiata”. Gli ultimi che lo hanno fatto si sono ritrovati a tavola di fronte ad un bel piatto di Spaghetti alla bucaniere!

Non ricordo la data precisa della nascita di questo “spaghetto” e soprattutto non ricordo cosa ha a che fare con i “bucanieri”, purtroppo l’appunto è andato perso nei traslochi degl’ultimi due anni. La particolarità di questo piatto è quella deliziosa “dadolatina cruditè” di pomodorini che lo rende adatto per un fresco pranzo estivo, però vi assicuro che anche d’inverno ha il suo “perché” .

INGREDIENTI per 4 persone
  • una confezione surgelata di misto frutti di mare e pesce
  • 350 gr di spaghetti (dipende dalla voracità degli ospiti!)
  • una bella manciata di pomodorini
  • uno spicchio d’aglio
  • mezzo bicchiere abbondante di vino bianco
  • olio extra vergine d’oliva
  • sale
  • pepe
  • prezzemolo
con i pomodorini fate una fine dadolata trasferitela in una ciotolina e conditela con sale pepe, olio extra vergine d’oliva e lasciate insaporire. Nel frattempo fate scaldare l’acqua per gli spaghetti. Intanto, in una padella larga scaldate un po’ d’olio con lo spicchio d’aglio schiacciato. Versate il misto di pesce regolate di sale e pepe e sfumate con il vino bianco, coprite e lasciate cuocere per una decina di minuti. Cuocete gli spaghetti e scolateli molto al dente quindi versateli nella padella del sughetto con un po’ d’acqua di cottura e saltate per un paio di minuti a fiamma viva. A fuoco spento unite la dadolata di pomodorini ed il prezzemolo, mescolate velocemente e servite.

domenica 16 giugno 2013

Waffel salati al rosmarino




Stasera la mia non era proprio “fame”, dopo il lauto pasto domenicale, una cena vera e propria non mi andava. Avevo voglia di qualcosa di “sfizioso” per accompagnare la bella birretta gelata che avevo in frigo. Il caso ha voluto che per prendere un barattolo ho dovuto spostare la piastra dei waffel………..quando si dice “il caso”………….
  
Waffel salati al rosmarino
  • 250 gr farina,
  • mezza bustina di lievito di birra liofilizzato,
  • 125 ml di latte tiepido,
  • 125 ml di acqua,
  •  un cucchiaino di sale,
  • 100 gr di burro morbido,
  • 2 uova intere,
  • una manciata di rosmarino tritato - facoltativo.

Versate la farina in una ciotola e mescolatela al lievito liofilizzato, fate una buca al centro e versate il latte, poi le uova il sale ed il rosmarino se lo usate. Mescolate con cura con lo sbattitore, aggiungendo poca alla volta l’acqua, sino ad ottenere una pastella omogenea. Coprite il recipiente e lasciate lievitare il tutto per circa 30 minuti. Trascorso il tempo di lievitazione scaldate la piastra per waffel ungetela con un po’ di burro e versate un paio di cucchiai di impasto sulla piastra inferiore chiudete e lasciate dorare la cialda per qualche minuto. Estraetela e ponetela a raffreddate. Procedete così sino a finire l’impasto. Servite con salumi e formaggi

giovedì 13 giugno 2013

Carbonara con pomodorini e mozzarella


Stamattina siamo uscite a fare una bella passeggiata con un’amichetta di Barbara e la sua mamma,  detta così sembra una mattinata allegra e rilassante, in realtà sarebbe stato meglio fare una passeggiata a “cima 11” (gli esperti del settore capiranno!). In prossimità dell’ora della pappa le ho invitate a pranzo, visto che prima di uscire avevo preparato il sugo con le polpette che Babi adora, il pranzo per le bambine era praticamente pronto. Mancava però il pranzo delle mamme. Così, mentre le bimbe giocavano* e nell’attesa che l’acqua giungesse a bollore ho preparato questa sostanziosa e colorata “carbonara con pomodorini e mozzarella”, non me ne vogliano i puristi della carbonara se ho battezzato così questo piatto ma un altro nome proprio non mi è venuto!

*giocavano è un eufemismo! Diciamo che la mattinata è stata tutta una contesa! Si sono date le botte persino per contendersi il gioco più sgangherato e meno divertente dell’intero parco giocattoli di Barbara!
Bilancio della mattinata: entrambe si sono procurate vicendevolmente un bel bernoccolo, precisamente Francesca in testa Barbara sulla fronte. Ecchevvoi fa! So’ bambine!


Carbonara con pomodorini e mozzarella

Ingredienti per 2 persone
  • 200 g di penne rigate
  • 2 uova
  • Una scatola di pomodorini cirio
  • Uno spicchio d’aglio
  • 20 g di burro
  • 20 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • Una mozzarella da 125 g
  • Sale
  • Pepe
  • Basilico
Porta a bollore abbondante acqua in una pentola e cuoci la pasta, nel frattempo, taglia la mozzarella a dadini e tienila da parte. Poi in una padella larga sciogli il burro aggiungi l’aglio ed i pomodorini scolati dalla passata, mescola e falli saltare per qualche minuto.
In una ciotola sbatti le uova con il parmigiano reggiano ed un pizzico di sale. Elimina l’aglio dai pomodorini versaci quindi le uova e mescola con un mestolo di legno devono cuocere ma restare cremose.
Scola velocemente la pasta molto al dente e lasciando un po’ di acqua di cottura, versala nella padella con il condimento e fai saltare per amalgamare gli ingredienti. Lontano dal fuoco aggiungi la mozzarella a dadini e mescola cercando di non farla sciogliere. Suddividi nei piatti spolverizza con una macinata di pepe e decora con una fogliolina di basilico.

martedì 11 giugno 2013

mortadella e frutti di bosco


Un insolito antipasto o una cena leggera a voi la scelta.
Il sapore aromatico della mortadella accostato alle spiccate note acidule dei frutti di bosco contrastano piacevolmente con la sua morbidezza creando un originale connubio.
Come antipasto stupirà gli ospiti per l'inaspettato abbinamento, alternativa al solito prosciutto e melone.
Come piatto unico per una cena leggera è l'ideale per le sere d'estate quando il caldo, con tutta la passione per la cucina, proprio non ci fa amare i fornelli, accompagnato con qualche crackers e da un formaggio fresco è una vera delizia.


per 4 persone
  • 16 fette di mortadella - 8 se lo servite come antipasto
  • una vaschetta di frutti di bosco misti (lamponi, mirtilli, ribes e more) io avevo soltanto lamponi e mirtilli
  • formaggio fresco (robiola, stracchino, philadelphia, crescenza)
  • crackers o pane di segale
  • foglie di menta per decorare

impiattate come più vi piace ed il gioco è fatto!

domenica 9 giugno 2013

Torta alle carote





Ricominciamo! In maniera normale senza gesti eclatanti, da una semplice torta alle carote.

  • 100 g di farina
  • 100 g di zucchero
  • 4 uova
  • 200 g di mandorle pelate
  • 200 g di carote grattugiate
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • Zucchero a velo per decorare

Grattugiate insieme le carote e le mandorle e tenetele da parte.
In una ciotola montate le uova intere con lo zucchero semolato sino a che saranno gonfie e spumose, quindi unite poco alla volta la farina, il composto di carote e mandorle ed infine il lievito vanigliato.
Versate l’impasto in uno stampo imburrato ed infarinato ed infornate in forno caldo a 180° per 30 minuti. Fate sempre la prova stecchino.
Quando è cotta sfornatela, lasciatela leggermente intiepidire e sformatela.
Fatela raffreddare e spolverizzatela di zucchero a velo. Io non l’ho fatto!